L.

Entra nella community

Riceverai in anteprima tutte le novità


  1. Blog
  2. economia
  3. ASTE GIUDIZIARIE , GLI IMMOBILI INVENDUTI CHE FINE FANNO ?

ASTE GIUDIZIARIE , GLI IMMOBILI INVENDUTI CHE FINE FANNO ?


Qui risponderemo a questa domanda e offriremo la soluzione che azzera il debito! che fine fanno le case che non riescono a essere vendute all’asta? Magari proprio in questo periodo stai vivendo un momento di difficoltà o conosci qualche caso che potrebbe sfociare nel pignoramento di una casa e, giustamente, vorresti sapere in questi casi cosa succede.

domande

  • 1)casa all’asta? Per quanto tempo può rimanerci?
  • 2)quattro aste deserte! cosa succede realmente?
  • 3)Perché non devi contare sulla possibilità che l’immobile torni al proprietario?

Risposte

  • 1)Saldo e stralcio con rinuncia agli atti: la soluzione che azzera il debito!
  • 2)Re-store compra la tua casa!

Immobile invenduto? Se è così, sei capitato nel posto giusto, perché nell’articolo di oggi parleremo proprio di questo: vedremo cosa succede quando un immobile all’asta resta invenduto e ti indicheremo anche la strada da seguire per risolvere il problema del debito subito e una volta per tutte!

casa all’asta? Per quanto tempo può rimanerci?

Se non conosci bene i meccanismi che regolano le aste immobiliari, potrebbe sembrarti una domanda un po’ strana. Fatto sta che non sempre (anzi, in realtà raramente) un immobile pignorato viene aggiudicato durante la prima asta. Molte volte non si presenta alcun offerente, con la conseguenza che l’asta va deserta. A quel punto cosa succede? Nella speranza di riuscire a vendere l’immobile, il Tribunale organizza una seconda asta e, se necessario, un’altra ancora e così via. Il problema è che, al fine di incentivare l’aggiudicazione, ogni volta che si trova a dover organizzare una nuova asta il Giudice può decidere di ridurre il prezzo base (che determina a sua volta l’offerta minima che può essere presentata dai partecipanti) fino al 25% rispetto al precedente. Di conseguenza, a ogni nuovo tentativo d’asta aumenta la probabilità che l’immobile venga aggiudicato per una cifra ridicola, che non rispecchia neanche lontanamente il suo valore di mercato e che, molto probabilmente, non basterà neppure per saldare i debiti degli ex proprietari. È molto probabile che ora tu ti stia domandando se non ci sia un limite al numero di aste che è possibile organizzare prima di rinunciare e chiudere anticipatamente la procedura.

quattro aste deserte! cosa succede realmente?

Sono in molti a credere che, dopo la quarta asta andata deserta, la procedura si chiuda automaticamente e l’immobile torni al suo proprietario. Noi però dobbiamo dirti che in realtà le cose non stanno così.
Quella di chiudere la procedura esecutiva anche se l’immobile non è stato venduto è una decisione che spetta sempre e comunque al Giudice, in base alla valutazione del singolo caso concreto. Se dopo la quarta asta il prezzo base sarà sceso fino al punto in cui le pretese dei creditori non potranno più essere adeguatamente soddisfatte (nemmeno in misura parziale), allora potrebbe decidere di rinunciare alla vendita. SOLO ALLORA , l’immobile TORNEREBBE AL SUO PROPRIETARIO.
Se però dovesse invece valutare che ci sono ancora buone probabilità di saldare almeno una parte del debito, allora è probabile che decida di proseguire e organizzare un’altra asta.
La verità è che non si può prevedere per quanto tempo una casa resterà all’asta.
A meno che il Tribunale non prenda a un certo punto la decisione di chiudere la procedura, i tentativi possono proseguire fino a che il prezzo non scende al punto di diventare, per forza di cose, attrattivo.

Perché non devi contare sulla possibilità che l’immobile torni al proprietario?

Innanzitutto, come abbiamo visto non c’è alcuna certezza in tal senso. I tentativi d’asta potrebbero proseguire fino a quando il tuo immobile non si sarà svalutato tanto che il ricavato non basterà neanche lontanamente per saldare i tuoi debiti. Così tu ti ritroveresti ancora indebitato pur avendo perso la tua casa! Ma anche se il Tribunale dovesse optare per la chiusura anticipata della procedura esecutiva, alla radice il problema non verrebbe comunque risolto. Il debito continuerebbe a restare a tuo carico e i creditori potrebbero decidere di avviare una nuova procedura nei tuoi confronti per cercare di ottenere quanto gli spetta. Questo significa che continueresti a vivere nella paura di perdere la casa, senza contare che i creditori potrebbero anche optare per il pignoramento di altri beni di tua proprietà o addirittura di un quinto del tuo stipendio. Finiresti nella lista dei cattivi pagatori, che di fatto significherebbe non avere più alcun accesso al credito, nemmeno per acquistare un’auto o un frigorifero a rate.

Saldo e stralcio con rinuncia agli atti: la soluzione che azzera il debito!

Finora abbiamo visto che, quando si parla di immobili, non c’è un vero e proprio limite ai tentativi d’asta. Abbiamo anche parlato delle conseguenze delle aste, che spesso si rivelano a dir poco deleterie: una casa può arrivare a essere aggiudicata per la metà o persino un terzo del suo valore di mercato, con l’ovvia conseguenza che gli ex proprietari non riescono neppure a saldare i loro debiti con il ricavato. Ora però è arrivato il momento di parlarti della nostra soluzione all’indebitamento. Si chiama saldo e stralcio con rinuncia agli atti ed è l’unica che ti permette di evitare le svalutazioni delle aste azzerando allo stesso tempo tutti i tuoi debiti.
Ecco come funziona: invece di aspettare che la tua casa venga svenduta all’asta rischiando di restare con un debito sulle spalle, prendi contatto con tutti i creditori coinvolti nella procedura. L’obiettivo è quello di arrivare a un accordo sulla cifra da saldare per considerare il debito estinto, cosicché tu riesca ad azzerare tutti i debiti con la vendita del tuo immobile.
Per fare in modo che il tuo debito venga azzerato, i creditori dovranno probabilmente accontentarsi di ricevere meno di quanto gli spetta. Eppure, ci sono ottime probabilità che accettino: le aste sono molto rischiose anche per loro, in quanto nessuno è in grado di garantirgli se e quando riceveranno indietro i loro soldi. Con la nostra soluzione potranno invece contare sul fatto di ricevere subito la somma pattuita.
Una volta raggiunto l’accordo, non ti resterà che pagare i creditori per ottenere l’azzeramento di tutti i tuoi debiti. Dovrai comunque vendere la casa, ma questa volta eviterai le svalutazioni delle aste e avrai la certezza di cancellare il debito una volta per tutte.
Nel momento in cui avranno ricevuto i loro soldi, i creditori saranno infatti chiamati a firmare una rinuncia agli atti, con la quale rinunceranno ad avanzare qualsiasi ulteriore pretesa nei tuoi confronti, presente e futura. Si tratta di un documento fondamentale, che segna di fatto la tua uscita definitiva dalla spirale del debito!

Re-store compra la tua casa!

Noi di RE-STORE ci occupiamo di risolvere il problema del debito nel nostro paese ed evitiao la svendita all’asta della loro casa e a ottenere la rinuncia agli atti.
Portiamo avanti la trattativa con i creditori, azzeriamo completamente il debito e la tua casa la compriamo direttamente noi. Così non devi nemmeno preoccuparti di trovare un acquirente per tempo!
Se la tua casa è stata pignorata e anche se è già all’asta (ma non è ancora stata venduta), non perdere altro tempo! Contatta RE-STORE! Valuteremo insieme la tua situazione per capire come risolverla nel migliore dei modi.

Consulente Immobiliare

Ultimi Articoli

.

Let's Get In Touch!


Ready to start your next project with us? Send us a messages and we will get back to you as soon as possible!

A name is required.
An email is required.
Email is not valid.
A phone number is required.
A message is required.
Form submission successful!
To activate this form, sign up at
https://startbootstrap.com/solution/contact-forms
Error sending message!